Road Racing
Roadtec 01, il massimo per il Turismo Veloce!

17 dicembre 2015

Roadtec 01, il massimo per il Turismo Veloce!

Roadtec 01 è il nuovo pneumatico per chi macina strada, in città, in gita nel weekend o in un viaggio all’altro capo del Mondo. Dopo aver conquistato i proprietari di moto sportive stradali con lo Sportec M7 RR, a seguito delle vittorie a raffica colte in pista e nelle gare Road Racing con Racetec RR e dopo aver conquistato il mondo del Motard con le Racetec SM, abbiamo dedicato tutte le energie dei comparti Progettazione e Ricerca&Sviluppo per mettere a punto uno pneumatico in grado di raccogliere le eccellenze  dei modelli sportivi sopra elencati e quelle dello Roadtec Z8 Interact, di cui il Roadtec 01 è il diretto successore.

Per conseguire un risultato così ambizioso, i progettisti hanno dovuto studiare uno pneumatico completamente nuovo, come sottolineato anche dal suffisso “01” che indica un punto di partenza tecnologico, nell’ambito delle gomme Sport Touring ad alte prestazioni. Per consentire ai motociclisti di conoscere da vicino sia il nuovo pneumatico sia il brand Metzeler, una serie di iniziative accompagneranno la diffusione dello Roadtec 01: “Take the Road with Roadtec 01” è il nome del programma di appuntamenti, iniziati a Miano con la 48 Ore di film a tema motociclistico tenutasi al Deus Ex Machina in via Thaon di Revel, che proseguiranno durante tutto il 2016: il Marchio dell’Elefantino sarà presente ai maggiori raduni motociclistici, durante i quali saranno effettuate le riprese di un film che parteciperà alla quarta edizione del Motorcycle Film Festival di New York.

Prestazioni o durata? Problema risolto!
Le Roadtec 01 devono essere in grado di offrire il massimo delle prestazioni sui modelli di moto Sport Touring più diversi, e in particolare a uno pneumatico di questo tipo si richiede costanza di prestazioni lungo tutto l’arco di “vita”, tenuta sull’asciutto ma soprattutto sul bagnato, maneggevolezza ma anche stabilità a pieno carico e lunghe percorrenze chilometriche, unite a un grip eccellente nella guida “allegra”. Sono caratteristiche spesso in contrasto tra loro e raggiungere l’eccellenza in ognuna, non è cosa da poco.

L’importanza di avere buone basi
Per la struttura delle Roadtec si è attinto alla tecnologia Interact brevettata da Metzeler, adattandola alle esigenze del nuovo pneumatico. La particolare disposizione, struttura e tipo di materiali utilizzati per la tela singola di base, assicurano una omogenea distribuzione dei carichi sull’impronta a terra, sfruttando al massimo il punto d’appoggio per trasmettere potenza, sia frenante sia motrice, e per garantire la tenuta laterale, la cosiddetta deriva. Detto così sembra quasi semplice… ma vi assicuriamo che non lo è! Sulla sommità della tela di base è deposta infine una cintura di acciaio a 0°, composta da un cavo avvolto a spirale sulle ultime tele di carcassa: la diversa “densità” delle spire e il tensionamento della spirale stessa, consentono di differenziare la rigidezza del pneumatico a seconda delle zone di impegno con l’asfalto. La struttura di base e il profilo del battistrada definiscono un’impronta a terra più corta ma più larga rispetto alle coperture sportive: per i più tecnici, in questo modo si limita lo “stiramento” del battistrada nella fase di apoggio, diminuendo l’usura e il riscaldamento della mescola e aumentando in sostanza la percorrenza possibile.

Mescole
Se paragonate alla media di gomme di alcuni anni fa, le prestazioni oggi ottenibili con i nuovi polimeri utilizzati sui nuovi pneumatici Metzeler per la composizione delle mescole, ha quasi dell’incredibile. Combinando mescole ad altissima (o addirittura il 100 %) percentuale di Silice (che migliorano molte caratteristiche dello pneumatico tra cui la tenuta sul bagnato), a zone ricche di nero di carbonio (o “nerofumo” come altrimenti definito questo materiale) che aumentano drasticamente il grip su asciutto, si è ottenuta una superficie del battistrada che risponde diversamente a seconda degli stress cui è sottoposta. I posteriori bimescola, con fasce laterali al 100 % di Silice e zona centrale con percentuale di nero di carbonio, assicurano grip in piega oltre a durata e ottima trazione nella zona centrale. Per gli anteriori nelle varie misure disponibili è stata utilizzata invece una soluzione monomescola con il 100% di Silice in modo da enfatizzare al massimo il grip su superfici a basso attrito o con fondo bagnato durante le frenate più impegnative.

Pesi massimi come piume, tra le curve
Per le moto Sport Touring e Touring dal peso particolarmente elevato (soprattutto a pieno carico con passeggero), abbiamo messo a punto una speciale serie di Roadtec 01, le “Heavy Weight Motorcycles” o HWM, il cui pneumatico posteriore utilizza una doppia tela di carcassa in luogo della singola utilizzata sul Roadtec 01 standard, mentre all’anteriore è stata mantenuta la soluzione a doppia tela utilizzata anche per la versione standard del Roadtec 01. Quel che cambia sono i materiali costituenti le tele di carcassa e dei fianchi, oltre all’utilizzo di mescole che, oltre alla Silice, hanno nella loro composizione anche un particolare filler. In questo modo è stato possibile contenere e quasi eliminare le deformazioni dovute al peso delle moto “oversize” mantenendo quasi inalterata la maneggevolezza nel misto.
Una delle caratteristiche meglio espresse dal Metzeler Roadtec 01 è sicuramente la versatilità: oltre ad adattarsi ai più disparati modelli Sport Touring, infatti, può essere considerato una valida alternativa alle Tourance Next per le maxi Enduro Stradali, soprattutto nel caso non si contemplino tratti di offroad, in cui e Tourance mantengono il primato.
Roadtec 01, dai rivenditori Metzeler da gennaio 2016, sarà disponibile (tranne nella 120/60 ZR 17, prevista per inizio 2017) in tutte le misure per i principali modelli Sport Touring e “Heavy Bikes”. Buoni viaggi!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *